La guerra in testa

Esperienze e traumi di civili, profughi e soldati nel manicomio di Pergine Valsugana (1909-1924)

Anna Grillini


Collana: Quaderni
Numero: 102
Editore: il Mulino
Città: Bologna
Anno: 2018

Cartaceo

Prezzo: € 21,00
ISBN:978-88-15-27980-4

Libro

Il centenario della Grande guerra ha rinnovato l’interesse verso il variegato ventaglio di esperienze vissuto dai combattenti e dai civili. Il volume vuole inserirsi in questo filone, ponendo l’attenzione sull’eredità che il vissuto bellico lascia sulle menti di chi è stato testimone e protagonista della guerra. Attraverso la documentazione dell'ex ospedale psichiatrico di Pergine Valsugana sono ricostruite le storie dei pazienti che affollarono l'istituto. In Trentino, una delle regioni europee più devastate dalla guerra, si dipanano le esperienze di soldati, di profughi e di persone comuni che lottano per la sopravvivenza. Accanto ai casi dei più conosciuti folli di guerra, la ricerca si interroga sulle conseguenze dei traumi sofferti dalle donne, divenute spesso l’unico punto di riferimento delle famiglie, vittime del conflitto ma rapidamente dimenticate nel dopoguerra. Alle singole storie si accompagna la quotidianità di una psichiatria smarrita nelle sfide portate dal conflitto.

Indice

Vinzia Fiorino, PRESENTAZIONE

INTRODUZIONE
1. La Grande guerra e la storia della psichiatria: un punto della situazione
2. La follia trentina: studi e ricerche disponibili
3. Il manicomio in archivio, l’archivio in manicomio: fonti per una ricerca

CAPITOLO PRIMO: Prima della guerra, prima del trauma: l’ospedale provinciale di Pergine Valsugana dal 1882 al 1914
1. L’assistenza psichiatrica in Tirolo: note storiche
2. Il lungo cammino verso Pergine Valsugana: nascita di un manicomio di confine

CAPITOLO SECONDO: La guerra: le origini del trauma
1. I problemi della modernità e le origini scientifi che del trauma: dall’isteria alla nevrosi traumatica
2. Il trauma come minaccia: isteria e nevrosi traumatica alla prova della guerra

CAPITOLO TERZO: Vivere il trauma: la guerra dei pazienti trentini
1. Lo scoppio del confl itto e l’inizio della diaspora
2. L’evacuazione
3. La vita dei trentini ricoverati a Hall, 1916-1919

CAPITOLO QUARTO: Il dopoguerra, l’eredità del conflitto e il nuovo corso italiano
1. La nuova amministrazione
2. Il primo direttore italiano, il nuovo corso psichiatrico

CAPITOLO QUINTO: L’eredità del trauma: i civili
1. Il monopolio maschile del trauma
2. L’eredità del trauma: le donne nel manicomio di Pergine Valsugana

CAPITOLO SESTO: L’eredità del trauma: i soldati
1. Alienisti alla guerra: psichiatria militare, mobilitazione e organizzazione del servizio sanitario
2. Soldati, veterani, prigionieri: i militari di Pergine Valsugana, esempi di vita e medicina nel dopoguerra

CONCLUSIONI
Appendice documentaria
Profi li biografici
Abbreviazioni
Bibliografia

 

Autori

Anna Grillini ha studiato nelle università di Trento e Bologna e ha conseguito il dottorato in Studi Umanistici all’Università degli studi di Trento nel 2016. È autrice di diversi saggi inerenti alla Grande guerra e alla psichiatria italiana.

Parole chiave

  • Grande Guerra
  • Civili
  • Trauma
  • Manicomio
  • Pergine Valsugana

Anteprima

Leggi l'anteprima