Il Nuovo Mondo nella coscienza italiana e tedesca del Cinquecento

Adriano Prosperi, Wolfgang Reinhard (edd)


Series: Quaderni
Number: 33
Publisher: il Mulino
Place of publication: Bologna
Year: 1992
Pages: 419

Print

ISBN:978-88-15-03646-6

Book

Descrivere l’America come specchio della cultura e della coscienza europea del XVI secolo: questo è l’intento del volume più che addentrarsi sul terreno fragile e paludoso della storia della «conquista». È la conoscenza del lontano, del diverso che interessa qui e la sua trasposizione nella cultura del vecchio mondo. Germania e Italia in questo ambito sono i paesi più adatti, poiché poco partecipano alla vera e propria «conquista» e molto invece al processo di acquisizione delle conoscenze impegnando in ciò in primo luogo le discipline e le tecniche dell’epoca. Per prima la cartografia che è chiamata a ridisegnare i confini del mondo e a inserirli in una ridefinizione del «cosmo» e poi la neonata editoria che ha urgenza di diffondere le notizie provenienti da viaggiatori, osservatori, missionari, scienziati naturali per soddisfare le molteplici curiosità e aspettative (geografiche, antropologiche, naturalistiche, economiche, etico-religiose) suscitate dalla nuova scoperta. Non mancano neppure alcuni interrogativi etico-morali posti alla cultura europea: la «conquista» spagnola, filtrata attraverso le posizioni spirituali assai diverse fra loro di Vitoria, Sepùlveda, Las Casas è una «guerra giusta»? La civilizzazione ed evangelizzazione dei nuovi popoli «infedeli» e «altri» rispetto all’Europa è opera soltanto di sopraffazione o introduce invece modelli di cultura che daranno impulso ad uno sviluppo diverso in tutto l’Occidente? La risposta a domande così impegnative resta sempre e ancora aperta, ma i contributi qui raccolti mostrano quanto i problemi spirituali suscitati dal Nuovo Mondo fossero in realtà ancora i problemi della vecchia Europa e quanto nella costruzione dell’immagine del Nuovo Mondo fossero proiettati e rispecchiati i miti e gli schemi mentali della vecchia cultura europea.

Contents

Wolfgang Reinhard - Introduzione
Marica Milanesi - Arsarot o Anian? Identità e separazione tra Asia e Nuovo Mondo nella cartografia del Cinquecento (1500-1570)
Massimo Donattini - Orizzonti geografici dell’editoria italiana (1493-1560)
Wolfgang Neuber - Il primo viaggio di Colombo e la sua tradizione narrativa in Germania fino al 1600
Renate Pieper - Le corrispondenze dal Nuovo Mondo nel tardo XVI secolo sull’esempio delle «Fuggerzeitungen»
Hans-Joachim König - Pluralità di culture o modello europeo? L’America e gli Indios nelle prime testimonianze scritte tedesche
Carla Forti - La «guerra giusta» nel Nuovo Mondo: ricezione italiana del dibattito spagnolo
Girolamo Imbruglia - Ideali di civilizzazione: la Compagnia di Gesù e le missioni (1550-1600)
Helmuth Grössing - Giovanni Keplero e la scoperta di nuovi mondi
Corrado Vivanti - Gli umanisti e le scoperte geografiche
Giuseppe Olmi - «Magnus campus»: i naturalisti italiani di fronte all’America nel secolo XVI
Adriano Prosperi - Conclusioni: la coscienza europea davanti alle scoperte geografiche del ’500

Authors

Adriano Prosperi è ordinario di storia moderna all’Università di Pisa, presso il Dipartimento di storia moderna e contemporanea. Collabora a riviste storiche: «Critica storica», «Quaderni storici», «Annali dell’Istituto italo-germanico in Trento». Il suo campo di indagine preferito è quello della storia della Chiesa e - all’interno di questo - del rapporto eresia-repressione e dei modelli di pensiero religioso esportati al di là dei confini d’Europa.

Wolfgang Reinhard insegna storia moderna all’Università di Freiburg im Breisgau. Ha studiato in modo innovativo e con metodo anche sociologico-quantitativo le istituzioni della Chiesa nell’età della confessionalizzazione. Ha scritto una poderosa opera sulla storia dell’espansione europea nel nuovo mondo non ancora completamente tradotta in italiano.

 

Keywords

  • Europa
  • Congressi
  • Sec.16.
  • Cultura
  • 1991
  • America
  • Scoperta
  • Influssi sulla cultura italiana
  • Influssi sulla cultura tedesca

Full text